Categories
Come Funziona il CBD

I prodotti al CBD funzionano anche come integratori naturali che ti aiutano a mantenere il tuo benessere psico-fisico. Vediamo le qualità nutrizionali della pianti di Cannabis.

Perché aggiungere alla tua routine degli integratori al CBD?

Facile. Perché sono pratici, versatili ed efficaci. 

Se sei atterrato qui avrai certamente sentito parlare (e ultimamente sembra che ne parlino tutti) di prodotti a base di CBD. I prodotti in commercio sono i più svariati, vanno dall’olio alle creme, dalle tisane alle caramelle. 

E poi, a un tratto, hai scoperto l’esistenza degli integratori al CBD.

E qui si è aperto un mondo!

Gli integratori sono un ottimo modo per sfruttare tutte le proprietà del CBD concentrate in una piccola capsula che puoi assumere facilmente a qualsiasi ora del giorno ovunque ti trovi. Potresti averne bisogno dopo la pausa caffè della mattina per affrontare con più tranquillità e senza ansia le ore di lavoro. Così come potresti averne bisogno alla sera, prima di coricarti, per assicurarti un sonno più profondo e ristoratore. 

Insomma, gli integratori al CBD sono perfetti sia a casa sia in viaggio

Ma come mai dovresti scegliere proprio gli integratori a base di CBD e non di una qualsiasi altra sostanza naturale? In fondo, al mondo, ce ne sono davvero tante. Nel corso dell’articolo parleremo proprio di questo.

Cosa sono i prodotti al CBD

I prodotti al CBD sono tutta una serie di prodotti con una formulazione a base di cannabidiolo, il principio attivo più famoso prodotto dalla pianta di cannabis. 

Attenzione però! 

Il CBD non è il THC, ossia l’altro famoso cannabinoide contenuto nella pianta. 

Il THC è una sostanza psicoattiva che, se assunta in dosi eccessive, può causare una sensazione di sballo. È il motivo per cui la marijuana è vietata nella gran parte delle nazioni del mondo. Il CBD, invece, non è psicoattivo

Il cannabidiolo è quindi in grado di portare numerosi benefici all’organismo ma senza portarsi dietro, come effetto collaterale, l’alterazione mentale tipica della marijuana. Questo ha stimolato gli scienziati, inizialmente più interessati al THC, a effettuare sempre più esperimenti sul CBD. Le scoperte hanno lasciato, e continuano a lasciare, tutti a bocca aperta. 

Più gli esperti studiano il CBD, più emergono proprietà ed effetti benefici. 

Nei prodotti al CBD potrebbe essere presente anche una piccola percentuale di THC, ma per legge non deve superare lo 0,5%. Puoi quindi stare tranquillo, è una quantità davvero troppo bassa per procurare uno sballo.  

Inoltre i prodotti di questa gamma, tra cui gli integratori e l’olio di CBD, contengono anche tutte le altre sostanze naturali prodotte dalla cannabis. Stiamo quindi parlando di vitamine, minerali, proteine, grassi essenziali, flavonoidi, terpeni, fibre e moltissimi altri cannabinoidi. Tutte queste sostanze aiutano il CBD a ripristinare l’equilibrio dell’organismo. 

integratori cbd - prodotti

Integratori alimentari a base di CBD

Questa era solo una breve premessa sul mondo dei prodotti al CBD. Qui non parleremo infatti dei prodotti in generale, ma ci concentreremo sugli integratori alimentari. 

Gli integratori al CBD hanno solitamente una formulazione full spectrum, ciò significa che in quella piccola capsula sono contenute tutte le sostanze naturali che abbiamo appena citato. L’unione di queste componenti realizza l’effetto entourage, ossia l’amplificazione del potenziale terapeutico di ogni singolo ingrediente, in particolar modo del CBD. 

I grassi essenziali, ad esempio, abbassano la pressione sanguigna e ti aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari. I terpeni, quelle sostanze che in natura sono responsabili della profumazione delle piante aromatiche, alleviano le infiammazioni e i dolori, oltre a rafforzare il sistema immunitario e a ridonare il buonumore. E ancora, i flavonoidi fanno tutto questo, oltre a proteggere le cellule cerebrali e a prevenire i tumori. 

Insomma, è un bel lavoro di squadra!

Ora concentriamoci sui principali effetti degli integratori al CBD, quindi i motivi per i quali dovresti iniziare a integrarli nella tua dieta. 

Quali sono gli effetti e i benefici del CBD

Nel paragrafo precedente ci siamo concentrati sul lavoro in sinergia tra le componenti che avviene all’interno degli integratori alimentari. In realtà, il CBD già di per sé possiede innumerevoli proprietà benefiche. 

I benefici principali del cannabidiolo sono: 

  • Ridurre dolore e infiammazione;
  • Favorire il sonno;
  • Trattare nausea e vomito;
  • Ridurre ansia, stress e depressione;
  • Proteggere il cervello;
  • Rinforzare le ossa.

E molto altro ancora. 

Come mai tutto questo è possibile?

Il CBD riesce a realizzare tutti questi effetti sull’organismo umano poiché è proprio il nostro corpo a essere predisposto per assimilare tali sostanze. Per farlo sfrutta il sistema endocannabinoide, responsabile del regolamento di tantissime funzioni tra cui memoria, umore, appetito, sonno, movimento e così via. 

Gli integratori al CBD possono quindi aiutarti sotto un’infinità di aspetti. Abbiamo scelto di approfondirne due in particolare perché ci sono sembrati quelli sulla base dei quali potresti davvero decidere di aggiungere alla tua routine di tutti i giorni gli integratori.  

i benefici del cbd

Il CBD aiuta a dormire meglio

Uno dei principali motivi per cui le persone scelgono gli integratori al CBD tra tutti gli altri prodotti presenti in commercio è proprio per migliorare la qualità del sonno

Viviamo in un’epoca storica in cui è molto difficile riuscire a dormire per tante ore e soprattutto dormire bene. La nostra mente è continuamente in movimento, viviamo spesso situazioni di ansia e stress, così il nostro sonno diventa leggero e poco ristoratore. 

Il CBD può aiutarti in questo campo e, pensa un po’, lo fa in diversi modi. 

Come vedremo nel paragrafo successivo, il CBD aiuta a controllare l’ansia. Ciò è possibile grazie alla sua azione rilassante che ti rende molto più semplice addormentarti quando ti corichi. Gli scienziati hanno realizzato un apposito studio proprio sul ruolo del cannabidiolo nell’ansia e nel sonno. Entro il primo mese del test sono diminuiti i livelli di ansia nei partecipanti e oltre la metà ha dichiarato di dormire meglio. 

Gli esperti hanno scoperto che il CBD aiuta a passare molto più velocemente dalla fase REM, quella nel quale il sonno è più delicato, alla NREM, dove il sonno è più profondo e le onde cerebrali più lente. In questo modo il sonno ha una durata più breve ma è ristoratore. 

In questo caso è importantissimo capire quanto CBD per dormire è necessario per te. Per scoprirlo ti rimandiamo all’articolo dedicato al dosaggio del CBD.  

Il CBD per controllare l’ansia

Altrettante ricerche hanno scoperto che il CBD è ideale per alleviare lo stress e l’ansia. Il cannabidiolo agisce sull’umore e sul cervello interagendo con i recettori CB1 del sistema endocannabinoide. 

Non è ancora chiaro fino in fondo quale sia il suo ruolo, fatto sta che sembra riuscire ad aumentare i livelli di serotonina. La serotonina è un neurotrasmettitore che viene anche chiamato l’ormone del buonumore. È risaputo che quando questa sostanza è presente in quantità insufficiente nell’organismo, è molto più facile provare condizioni di ansia e di depressione. Il CBD aiuta a combattere l’ansia migliorando l’attivazione dei recettori della serotonina. In questo modo riesce a controllare la risposta dell’organismo di fronte a situazioni disagevoli. 

Tra l’altro, la ricerca ha scoperto che il CBD è a tal punto potente nel trattamento dell’ansia da essersi rivelato efficace anche nel trattamento di disturbi anche gravi ad essa correlati. Stiamo parlando di disturbo da ansia generalizzato che può derivare dall’abuso di droghe, del disturbo da stress post-traumatico, del disturbo d’ansia sociale e del disturbo da panico. 

In uno studio effettuato su 400 pazienti in Nuova Zelanda è emerso un notevole miglioramento della capacità di svolgere le proprie attività quotidiane dopo un trattamento a base di CBD per ridurre l’ansia. 

Esistono effetti collaterali di rilievo?

E qui viene il bello. Da tutti gli studi effettuati finora non sono mai emersi effetti collaterali gravi e, in ogni caso, ci sono state controindicazioni con il CBD solo in rari casi. 

Tra i principali effetti collaterali si sono manifestati: 

  • Secchezza delle fauci;
  • Alterazioni dell’appetito;
  • Stanchezza;
  • Affaticamento;
  • Nausea e diarrea.

In generale, il CBD si è sempre dimostrato un prodotto ben tollerato da tutti. Questo a patto che venga utilizzato nella giusta dose e con una corretta modalità d’uso. Se sei alle prime armi è bene iniziare sempre con una dose bassa di prodotto e poi, progressivamente, aumentare fino a quando non vedi dei risultati positivi. Per quanto riguarda invece la modalità d’uso, controlla sempre le indicazioni presenti sulla confezione poiché si riferiscono a quel prodotto specifico. 

Come scegliere i prodotti migliori

Affinché gli integratori siano realmente efficaci, e per evitare l’insorgere di effetti collaterali, è importante scegliere sempre i migliori prodotti al CBD in commercio. Stiamo parlando di quelli prodotti da aziende serie, che siano trasparenti sulle modalità di coltivazione e di produzione e che ti forniscano i certificati di analisi dei prodotti. 

Controlla sempre gli ingredienti all’interno degli integratori e accertati che siano effettivamente tutti naturali. In questo modo potrai goderti tutti i benefici del CBD senza doverti preoccupare di eventuali controindicazioni. 

Ricordati che gli integratori al CBD non sono dei sostitutivi dei pasti, sono piuttosto un’integrazione. Abbina una dieta sana e una buona dose di attività fisica e noterai fin da subito degli effetti benefici. Le proteine, le vitamine, i minerali, gli amminoacidi e gli Omega presenti negli integratori faranno il resto. 

Visita subito il nostro store e testa tu stesso gli integratori al CBD per mantenerti in salute e affrontare ogni giorno con una nuova carica di energia!

Articoli Correlati