Brufoli e impurità della pelle sono causati da una serie di fattori scatenanti che possono essere interni o esterni. Le cause dei brufoli sono differenti anche a seconda di dove si presentano. Esploriamo i trattamenti disponibili per la cura quotidiana della tua pelle.

Il viso è lo specchio della nostra salute cutanea e la comparsa di brufoli e impurità può influenzare significativamente la nostra fiducia e benessere. Puoi sentirti a disagio quando ti trovi con le altre persone, avere problemi di autostima, non sentirti bene. 

C’è una soluzione a brufoli e impurità, ti chiedi? Certo che c’è, se il tuo desiderio di trovare un trattamento adeguato è forte.  

Esploreremo insieme le radici di questi inconvenienti dermatologici, svelando le molteplici cause che vanno oltre l’adolescenza, toccando aspetti come lo stress, l’alimentazione e la predisposizione genetica. 

Approfondiremo i diversi tipi di brufoli e impurità, analizzando come ogni tipo richieda un approccio specifico nella cura della pelle. 

Esploreremo anche i trattamenti disponibili, dalla cura quotidiana della pelle a casa, passando per prodotti specializzati, fino alle opzioni dermatologiche avanzate. 

Conoscere le cause sottostanti e adottare una strategia di trattamento personalizzata è fondamentale per ottenere una pelle sana e radiante. In tanti casi si tratta solamente di modificare un po’ le proprie abitudini quotidiane e già potresti raggiungere grandi risultati. 

Detergente CBD viso e collo

(2 recensioni dei clienti)
16.80

Comincia il tuo rituale di bellezza ogni giorno con il Detergente Viso Biologico di Maria Oil. Questa formulazione unisce ingredienti di alta qualità per garantire una detersione completa e un’idratazione straordinaria. Regola il sebo Antinfiammatorio, lenitivo e calmante 100% naturale 250 ml

Cosa sono i brufoli?

I brufoli sono piccole lesioni cutanee che si formano quando i follicoli piliferi della pelle diventano ostruiti da sebo, cellule morte della pelle e batteri. Questo può causare un rigonfiamento della pelle. 

A differenza dei comedoni, un’altra impurità nota anche come punti neri o bianchi a seconda che siano aperti o chiusi, i brufoli sono una vera e propria infiammazione dolorosa. Ti è facile notare come si formino in concomitanza dei follicoli piliferi. 

I brufoli sono una manifestazione comune dell’acne, ma possono anche comparire occasionalmente senza essere associati a questa condizione.

Esistono diverse tipologie di brufoli:

  • Comedoni: brufoli non infiammati, si formano quando i pori sono ostruiti da sebo e cellule della pelle ma senza infiammazione; 
  • Papule: piccoli brufoli rossi e infiammati che non contengono pus;
  • Pustole: brufoli più grandi e rossi, spesso pieni di pus;
  • Nodi: grumi più profondi e dolorosi sotto la pelle, associati a infiammazione più severa;
  • Cisti: formazioni sottopelle contenenti pus e altri fluidi, spesso più grandi e dolorose.

Da dove hanno origine i brufoli? Soprattutto quelli che si verificano sporadicamente? Un giorno potresti alzarti e trovarne uno nuovo proprio nel bel mezzo del viso, senza riuscire a spiegarti come sia possibile. Cerchiamo di esplorare le principali cause di brufoli e impurità. 

Quali sono le cause dei brufoli sul viso o sul corpo?

Le cause dei brufoli sul viso o sul corpo sono diverse, molto varie tra loro e possono cambiare da persona a persona. 

Vediamo alcuni fattori comuni che coincidono anche con abitudini diffuse in Occidente: 

  • Cambiamenti ormonali: fluttuazioni ormonali legate all’adolescenza, alla gravidanza, al ciclo mestruale o alle condizioni ormonali come la sindrome dell’ovaio policistico (SOPC) possono contribuire alla formazione dei brufoli;
  • Alimentazione: molti studi suggeriscono che cibi ad alto indice glicemico e latticini possano influenzare la formazione dei brufoli in alcune persone;
  • Stress: può innescare cambiamenti ormonali che contribuiscono ai problemi della pelle, compresa l’acne, per questo si parla molto spesso di brufoli da stress; 
  • Irritazione della pelle: l’uso di prodotti per la cura della pelle troppo aggressivi, quindi un errato trattamento della propria pelle o l’irritazione da sfregamento costante possono causare brufoli e impurità; 
  • Ambiente: l’esposizione eccessiva a inquinanti ambientali o a climi particolarmente umidi possono influire sulla salute della pelle, così come l’esposizione al sole senza adeguata protezione solare; 
  • Fumo: causa stress ossidativo della pelle che provoca sia un invecchiamento precoce sia la possibile insorgenza di impurità; 
  • Farmaci: alcuni farmaci pesanti come gli antibiotici, gli antidepressivi o gli steroidi possono causare uno sfogo di brufoli sul viso, oltre ad altre complicazioni. 

Dato che le cause sono svariate, la gestione dei brufoli richiede spesso un approccio multifattoriale che potrebbe coinvolgere cambiamenti nello stile di vita, una corretta routine di cura della pelle e, in alcuni casi, l’intervento di un dermatologo per trattamenti specifici.

brufoli sul viso

Cosa significa la posizione dei brufoli?

La posizione dei brufoli può essere un indicatore di possibili cause sottostanti e molti utilizzano questo sistema per ricercare il fattore scatenante specifico. 

Questa teoria è chiamata “face mapping” ed è basata sulla medicina tradizionale cinese. Secondo la face mapping, diverse aree del viso sono associate a diversi organi o funzioni del corpo.

Ecco una breve panoramica della mappatura del viso per i brufoli:

  • Fronte: è legata al sistema digestivo, quindi i brufoli sulla fronte possono essere causati da problemi come il reflusso acido o la sindrome dell’intestino irritabile (IBS);
  • Naso: è associato ai polmoni e al cuore, i brufoli e impurità in quest’area possono essere causati da problemi come l’asma o la bronchite;
  • Sopracciglia: i brufoli in questa zona possono essere dovuti a stress, disturbi del sonno o irritazione da depilazione o trucco;
  • Tempie: brufoli legati a problemi ai reni o alla vescica;
  • Guance: i brufoli possono essere causati da problemi respiratori o al sistema linfatico;
  • Mento e mascella: legati a cambiamenti ormonali, come quelli che si verificano durante la pubertà, la gravidanza o la menopausa;
  • Petto e dorso: possono essere causati da problemi alla tiroide o al sistema immunitario oppure possono anche essere un segno di problemi digestivi o intestinali.

La teoria del face mapping è affascinante, ma è importante notare che non esiste alcuna prova scientifica che supporti le sue affermazioni. Se vuoi un consiglio mirato, è sempre meglio consultare un dermatologo per determinare la causa del tuo problema e il trattamento più appropriato.

Si possono prevenire i brufoli?

Alcune cause possono essere più gravi e difficili da trattare, come gli scompensi ormonali, ma altre dipendono da abitudini scorrette. Come dicevamo, anche solo lavorare sul modo in cui facciamo determinate cose può produrre benefici impensabili. 

Vediamo alcune raccomandazioni indispensabili:

  • Igiene della pelle: lava il viso regolarmente, ma con delicatezza, utilizzando un detergente adatto al tuo tipo di pelle ed evita di toccare il viso con le mani sporche;
  • Prodotti appropriati: scegli prodotti per la cura della pelle etichettati come “non comedogeni” o “non acnegenico”, questi prodotti sono formulati per non ostruire i pori;
  • Idratazione: mantieni la pelle ben idratata per prevenire la produzione eccessiva di sebo, puoi anche ricorrere a una crema naturale idratante; 
  • Alimentazione equilibrata: una dieta sana e bilanciata può contribuire a mantenere la pelle in salute, quindi riduci il consumo di cibi grassi, zuccherati e altamente processati;
  • Gestione dello stress: pratica tecniche di rilassamento, come lo yoga o la meditazione, ogni volta che puoi o che senti l’ansia salire; 
  • Pulizia degli oggetti a contatto con il viso: assicurarsi che gli oggetti che entrano in contatto con il viso, come asciugamani e cuscini, siano puliti per evitare la trasmissione di batteri;
  • Evitare lo sforzo eccessivo della pelle: non strofinare eccessivamente la pelle o utilizzare prodotti abrasivi che possono irritarla e causare la formazione di brufoli.

Queste sono buone regole da ricordare in generale se ti vuoi prendere cura del tuo corpo con gentilezza, ogni singolo giorno. 

Detergente CBD viso e collo

(2 recensioni dei clienti)
16.80

Comincia il tuo rituale di bellezza ogni giorno con il Detergente Viso Biologico di Maria Oil. Questa formulazione unisce ingredienti di alta qualità per garantire una detersione completa e un’idratazione straordinaria. Regola il sebo Antinfiammatorio, lenitivo e calmante 100% naturale 250 ml

Quando i brufoli si trasformano in acne?

L’acne vera e propria è una condizione cutanea comune che si sviluppa quando i follicoli piliferi della pelle si ostruiscono con sebo e cellule morte della pelle. 

La trasformazione da brufoli occasionali ad acne può essere influenzata da diversi fattori, il primo può essere l’eccessiva produzione di sebo. L’acne spesso inizia durante l’adolescenza a causa dei cambiamenti ormonali che stimolano le ghiandole sebacee a produrre più sebo. L’eccesso di sebo può mescolarsi con le cellule morte della pelle e ostruire i pori, formando i comedoni, che possono evolvere in brufoli.

Un’altra causa può essere la proliferazione batterica. I batteri Propionibacterium acnes, che normalmente vivono sulla pelle, possono proliferare nei pori ostruiti, causando infiammazione e pustole.

Quando i pori ostruiti si infiammano, possono svilupparsi brufoli infiammati, quali papule, pustole e noduli. L’infiammazione, in particolare, è la caratteristica distintiva dell’acne.

Ovviamente l’acne, come malattia, può essere ereditaria. Se i tuoi genitori hanno avuto problemi di acne, potresti essere più incline a svilupparla.

È importante notare che l’acne può variare da lieve a grave e che le sue cause possono essere complesse e multifattoriali. Le opzioni di trattamento possono includere farmaci topici o orali, procedure dermatologiche o una combinazione di entrambi. Sempre più persone si stanno muovendo per curare l’acne in modo naturale ed evitare fastidiose controindicazioni dovute ai farmaci. 

Rimedi contro i brufoli

Non sei riuscito a prevenire l’insorgenza di brufoli e impurità e ora vuoi sapere come trattarli? Tutte le pratiche che abbiamo elencato nel paragrafo della prevenzione sono valide. Una corretta igiene, l’attenzione quando ti esponi a fattori ambientali, la corretta alimentazione vanno seguiti anche quando il problema è già presente. 

I rimedi contro i brufoli si dividono in due categorie principali: rimedi farmacologici e rimedi naturali

Esploriamo entrambi questi mondi per darti un’idea di tutte le possibilità che hai davanti e di cosa comportano. 

Rimedi farmacologici

Prima di iniziare qualsiasi trattamento farmacologico, è consigliabile consultare un dermatologo per una valutazione accurata. Noi te ne parliamo per darti una panoramica quanto più completa dei trattamenti possibili.

Ecco alcuni dei rimedi farmacologici comunemente utilizzati per trattare i brufoli:

  • Acidi topici: l’acido salicilico è il rimedio più utilizzato e aiuta a esfoliare la pelle, prevenendo l’ostruzione dei pori, così come l’acido glicolico, che lavora sul tappo cheratinico; 
  • Retinoidi: come Tretinoina, Adapalene, Tazarotene, sono derivati della vitamina A e aiutano a prevenire l’ostruzione dei pori e a promuovere il rinnovamento cellulare;
  • Antibiotici topici: come clindamicina o eritromicina per ridurre i batteri sulla pelle e l’infiammazione associata ai brufoli;
  • Antibiotici orali: in caso di acne più grave, il medico potrebbe prescrivere antibiotici per via orale come doxiciclina, minociclina o tetraciclina;
  • Contracettivi orali: le donne che presentano brufoli legati al ciclo mestruale possono beneficiare dall’uso di contraccettivi orali per regolare gli ormoni coinvolti nella produzione di sebo;
  • Iniezioni di corticosteroidi: per brufoli infiammati e noduli.

È fondamentale utilizzare questi farmaci sotto la supervisione di un professionista della salute, poiché alcuni di essi possono avere effetti collaterali, anche gravi, e richiedono una gestione attenta. 

Rimedi casalinghi e naturali

Sono proprio le pesanti controindicazioni a spingere sempre più persone verso i rimedi naturali contro i brufoli sporadici. Se non si tratta di una condizione grave che necessita dell’intervento di un medico, puoi provare a trattarli naturalmente. 

Ecco alcuni suggerimenti:

  • Aceto di mele: diluisci l’aceto di mele con acqua e applica la soluzione sulla zona interessata con un batuffolo di cotone, è un rimedio interessante poiché l’acido presente nell’aceto di mele equilibra il pH;
  • Maschere di argilla: come quella di argilla verde o bentonite, possono aiutare a assorbire l’eccesso di sebo e a pulire i pori, per crearla mescola la polvere di argilla con acqua o aceto di mele e crea una pasta da applicare sulla pelle;
  • Miele e cannella: la loro combinazione ha proprietà antibatteriche e anti-infiammatorie, mescolali per creare una pasta e applicala sui brufoli, lascia agire per circa 10-15 minuti prima di risciacquare;
  • Aloe vera: ha proprietà lenitive e anti-infiammatorie, applica un gel di aloe vera pura sulla pelle interessata per ridurre l’infiammazione e accelerare la guarigione;
  • CBD: altro rimedio naturale potentissimo, il principio attivo del cannabidiolo è ricco di proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, lenitive e idratanti, che puoi sfruttare durante una skincare completa al CBD attraverso diversi cosmetici; 
  • Olio di tea tree: è noto per le sue proprietà antibatteriche, applicane una piccola quantità diluita sulla zona interessata;
  • Bicarbonato di sodio: mescolalo con acqua per creare una pasta e applicarla su brufoli e impurità, ha proprietà esfolianti che possono aiutare a rimuovere le cellule morte della pelle.

Ricorda che è importante essere delicati con la pelle e fare sempre una patch test per assicurarti di non avere reazioni avverse a qualsiasi rimedio. Se i brufoli persistono o peggiorano, consulta un dermatologo. 

Come prevenire la formazione dei brufoli?

Prevenire la formazione dei brufoli richiede un approccio olistico che coinvolge una corretta igiene della pelle, una dieta equilibrata e una serie di buone abitudini quotidiane. Come abbiamo esaminato, le cause dei brufoli possono essere molteplici, spaziando da fattori genetici a cambiamenti ormonali, stress e altro ancora.

Per mantenere la pelle in salute e prevenire la comparsa di brufoli e impurità, adotta una routine di cura della pelle adeguata. Includi il lavaggio regolare del viso con detergenti delicati, l’uso di prodotti non comedogeni e la protezione solare per prevenire danni causati dai raggi UV.

L’alimentazione gioca poi un ruolo cruciale: una dieta equilibrata ricca di frutta, verdura e idratazione può contribuire a mantenere la pelle sana. Limita il consumo di cibi ad alto contenuto di grassi e zuccheri, così come di alcol e fumo. 

L’adozione di rimedi farmacologici può essere una strada consigliata in casi di brufoli persistenti o più gravi, ma è sempre meglio consultare un dermatologo per un trattamento personalizzato.

Se la situazione non è così grave, esplora prima i rimedi casalinghi e naturali, come aceto di mele o miele e cannella, oppure oli specifici e potenti come quello di CBD o l’aloe vera. 

In definitiva, la prevenzione dei brufoli richiede coerenza e adattabilità

Ognuno ha una pelle unica e risponde in modo diverso ai vari trattamenti. Sperimentare con diverse strategie, adattando la routine di cura della pelle alle esigenze individuali, può essere la chiave per mantenere una pelle chiara e sana nel tempo. 

Articoli Correlati